Studiare all’ISIA di Roma vuol dire far parte di un gruppo di studenti motivati e che vogliono creare innovazione. Farne parte chiede determinazione e preparazione ed è necessario sostenere un colloquio d’ammissione. Essere ammessi al Biennio ISIA di Roma vuol dire affrontare un percorso di studi fortemente avanzato e di ricerca sul design con due possibili percorsi formativi: “Design Sistemico per la Comunicazione” e “Design Sistemico per i Servizi e Prodotti”.


I Bandi di ammissione per l’Anno Accademico 2024-2025 saranno pubblicati a breve

A seguire i documenti inerenti le ammissioni passate


Per maggiori informazioni consultare i bandi di ammissione

 

1° turno – Design Sistemico per la Comunicazione

 

1° turno – Design Sistemico per i Servizi e i Prodotti


2° turno – Design Sistemico per la Comunicazione


2° turno – Design Sistemico per i Servizi e i Prodotti

AMMESSI AL COLLOQUIO.

I candidati ammessi al colloquio riceveranno a mezzo mail (si prega di controllare quotidianamente la mail anche nella cartella SPAM) i link ai quali connettersi per il caricamento del materiale sulle Classrooms dedicate, per l’appello e la registrazione.

Avviso per i candidati ammessi: I Candidati ammessi che non intendono partecipare al Colloquio sono pregati di inviare una comunicazione in merito alla Segreteria Didattica agli indirizzi [email protected] e [email protected].

AMMESSI AL CORSO BIENNALE

Avviso per i candidati ammessi: i Candidati ammessi riceveranno una e-mail dalla Segreteria con le informazioni e la modulistica per procedere all’iscrizione.

Qualora il Candidato non fosse intenzionato ad inoltrare la sua domanda d’iscrizione è gentilmente pregato di comunicare, tramite e-mail,  agli indirizzi  [email protected] e [email protected].

L’elenco degli Ammessi al Corso biennale sarà affisso all’Albo dell’Istituto e pubblicato sul sito ufficiale www.isiaroma.it.

I Candidati ammessi dovranno effettuare l’iscrizione on line sul sito www.isidata.it.

Alla domanda di iscrizione bisognerà allegare la documentazione specificata nel Bando di Ammissione.

Il mancato rispetto di quanto previsto ai precedenti punti comporterà la mancata iscrizione del Candidato e la conseguente chiamata a scorrimento nella graduatoria degli Idonei.

Per maggiori informazioni e per le date di immatricolazione fare riferimento ai Bandi di Ammissione.

 

Potranno accedere ai Corsi Isia di Roma di primo livello tutti gli studenti iscritti presso altri Atenei o istituzioni AFAM, purché abbiamo provveduto ad avviare in tempo la pratica di trasferimento (non rinuncia agli studi); gli studenti interessati potranno richiedere convalida degli esami svolti durante l’esperienza formativa di provenienza.

La procedura di convalida degli esami svolti, avviene mediante presentazione del Piano degli studi di provenienza con i programmi didattici di ogni singola disciplina di cui si è sostenuto l’esame.

L’ammissione al Corso è possibile solo dopo aver sostenuto la prova di Ammissione, o per diversa deliberazione del Consiglio Accademico, e comunque in base alla disponibilità dei posti per ciascun anno di studi.

L’Ammissione dei candidati stranieri è disciplinata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Le informazioni sono pubblicate sul sito del MIUR.

http://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/

 

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) offre borse di studio, in favore di studenti stranieri e italiani residenti all’estero (IRE) per l’Anno Accademico 2018-2019.

https://studyinitaly.esteri.it/it/call-for-procedure

 

Candidati comunitari ed extracomunitari regolarmente soggiornanti in Italia. I cittadini: di un Paese dell’Unione Europea, di Norvegia, Islanda, Liechtenstein e della Confederazione Elvetica, della Repubblica di San Marino e della Santa Sede, stranieri già regolarmente residenti in Italia a qualunque titolo (inclusi i rifugiati e i titolari di protezione sussidiaria): sono esclusi dall’obbligo di visto.

I candidati extracomunitari residenti all’estero devono presentare la domanda di preiscrizione presso la Rappresentanza italiana nel Paese di provenienza, entro i termini e secondo le modalità stabiliti dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca.                                                                                                                                          

I candidati aderenti al Progetto “Marco Polo” devono attenersi alle modalità stabilite dal MIUR.

In caso di doppia cittadinanza, una delle quali sia quella italiana o di un altro Paese UE, prevale la cittadinanza italiana o quella di altro Paese UE.

I documenti di studio rilasciati da autorità estere vanno corredati di traduzione ufficiale in lingua italiana, di legalizzazione e di dichiarazione di valore in loco a cura della Rappresentanza italiana competente per territorio nel Paese dove il titolo è stato conseguito.