Oltre l’attività formativa, l’ISIA di Roma svolge attività di ricerca con le imprese attraverso convenzioni, stages, workshop e tirocini di formazione e di orientamento professionale, acquisendo ulteriori risorse dal finanziamento esterno. Come felice esito di questa prassi, l’ISIA può registrare un totale e rapido inserimento dei propri diplomati nel mondo del lavoro poiché producono cultura di progetto, metodo e forma mentis adeguate a rispondere con flessibilità e prontezza alle nuove domande di profili professionali.

Le aziende, gli enti pubblici e privati, nazionali ed internazionali possono collaborare con l’ISIA per attivare workshop su tematiche, convenzioni di ricerca per sviluppo di prodotti e sistemi, particolari convenzioni per formazione specializzata e corsi di alta formazione. Per ogni esigenza si possono sviluppare pacchetti e servizi adatti ad ogni singola evenienza forti di un’esperienza metodologica di oltre 45anni nell’ambito del design.

I Team Tecnologici sono in grado di garantire un supporto continuo ed efficace in tutte le fasi del progetto e del processo produttivo, che permette di ampliare qualitativamente il mercato dei prodotti e dei servizi attraverso la socializzazione della tecnologia e la promozione degli aspetti cognitivi dell’uso.

 

R&D con le imprese è stato aggiornato il: 26/07/18 da ISIA Roma Design

ISIA Roma Design è stata la prima scuola pubblica di design in Italia, nasce in modo sperimentale, nel 1973 da Giulio Carlo Argan e Aldo Calò,  come isituzione fortemente orientata alla ricerca e all’innovazione. Appartiene all’Alta Formazione del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca.

E’ stata invitata a rappresentare il design italiano in prestigiosi concorsi e rassegne internazionali, come “Office of the Future” a Parigi (1982, First prize), “World Design Student Competition” ad Anversa e Pittsfield, MA (1989), “Norsk Form” a Oslo (“50 anni di design italiano”, 2001).

Nel 2014 per la ricerca “Transition Town-Ipotesi urbane per un Design dell’Inclusione”  è stata insignita della Medaglia d’Oro del Presidente della Repubblica Italiana per l’alto valore culturale e sociale del progetto.

Recentemente è stata insignita del Premio “PA Sostenibile – 100 progetti per raggiungere gli obiettivi dell’agenda 2030” con il progetto di ricerca “Pe.Pe. – Processo ecologico Produzione Energia”.

una storia di ricerca e innovazione è stato aggiornato il: 26/07/18 da ISIA Roma Design

1992 

  • L’ISIA di Roma collabora organicamente, a partire dal 1992, con la C.S.l. Montepolimeri del gruppo Montedison a livello di ricerca tecnologica e ha rapporti di tipo scientifico-culturali con alcune industrie tra cui General Electric Plastics Europe, Piaggio, Poltrona Frau, Samsonite Italia, Candy.

1998

  • Ricerca convenzionata “Luoghi in movimento” svolta su committenza Fiat Centro Stile al salone dell’Auto di Torino, all’interno della spazio Fiat.
  • Ricerca convenzionata sui terminali telefonici innovativi svolta su committenza TIM – Telecom Italia Mobile, Roma.

2000

  • Ricerca convenzionata su nuove applicazioni industriali di Teflon Finishes, DuPont de Nemours Europe, Mechelen (B).
  • Ricerca convenzionata HTM Sport SpA – Divisione Subacquea Mares, Rapallo (GE) su nuove attrezzature per le attività subacquee: sistema integrato di respirazione subacquea; comunicazione subacquea; pulire, riporre, trasportare, identificare e custodire le attrezzature.

2001

  • Ricerca convenzionata su nuove immagini dell’ “Ambiente banca”,  Alba Italia srl, Soleto (LE)
  • Ricerca convenzionata su nuovi prodotti inerenti “Il mondo del moto”, Shandrani Italia srl (Gruppo Aprilia), Marsciano (PG).

2002

  • Ricerca convenzionata AMA – Azienda Municipalizzata Ambiente – Roma. Progetto di ricerca per l’individuazione e lo sviluppo di concept design per nuovi contenitori A.M.A. per il conferimento, la raccolta e il prelievo dei rifiuti solidi urbani adeguati all’impiego nell’area del Centro Storico di Roma.

2007

  • Ricerca convenzionata HTM Sport SpA – Divisione Subacquea Mares, Rapallo (GE) per nuovi concetti funzionali, strutturali, formali e tipologici nel settore del weareable computing. Studio di innovazione tipologica per elettronica indossabile in mercati adiacenti la subacquea per lo sviluppo di un prodotto iconico in ambito: sport acquatici, sport terrestri, nomadismo metropolitano.

2008

  • Ricerca convenzionata “Aspect Italia Srl”, sviluppata da ISIA Roma Design su new concept dell’uso di nuove tecnologie MRI, Risonanza Magnetica per Immagini, ad uso di laboratori scientifici universitari, su processo non invasivo, Terni-Tel Aviv.
  • Ricerca convenzionata istituzionale “Exo Italia Srl” (brand Crocs), sviluppata da ISIA Roma Design sulla problematica dei mercati adiacenti e new products in Croslite.
  • Ricerca convenzionata HTM Sport SpA – Divisione Subacquea Mares, Rapallo (GE) per nuove tipologie di prodotto realizzate in silicone liquido: dressing design per la subacquea per l’utenza femminile; wereable computer, computer body area network; forecast design, scenari di sviluppo della subacquea.

2009

  • Ricerca convenzionata per nuove applicazioni di elastomeri biodegradabili con API, Applicazioni Plastiche Industriali, Mussolente (VI).

2010

  • Ricerca convenzionata SPES Srl, per il progetto “Social Housing” finalizzato allo sviluppo di concept design per gli ambienti.
  • Ricerca convenzionata SPES Srl, per il progetto“Emergency”finalizzato all’ingegnerizzazione e allo sviluppo di elettronica di processo.
  • Ricerca convenzionata con ISS-Istituto Superiore di Sanità (Ministro della Salute) per lo sviluppo del “Progetto IGEA”, ricerca di design finalizzata allo sviluppo sistemico della gestione integrata della malattia diabetica.

2011

  • Provincia di Roma selezione e finanziamento del progetto “designmadein.net”, social network sul design sostenibile, nell’ambito del concorso “Iniziative Creative”.
  • Ricerca convenzionata SPES Srl e Angelantoni Industrie SpA (Massa Martana, PG) per lo sviluppo di progetti inerenti la tematica della teleassistenza.

  • Ricerca convenzionata SPES Srl, progetto “Mocas Watch” per il progetto di un nuovo orologio da polso wellness per il rilievo di parametri fisiologici in soggetti geriatrici e in cui l’elettronica di processo SPES possa trovare nuovo sviluppo e applicazione.

  • Ricerca convenzionata SPES Srl e Panatta Sport, progettto “Fitness for All” per il progetto di una nuova interfaccia per il panel PC relativo ad una macchina runner cardiofitness prodotta da Panatta Sport e in cui l’elettronica di processo SPES possa trovare nuovo sviluppo e applicazione.

2012

  • Ricerca convenzionata Vega Solar per il Design dei supporti per tablet iPad2.

  • Ricerca convenzionata IES srl per il progetto “ET Eco Transformer” per la progettazione di un impianto per la produzione di energia elettrica e termica ottenuta per pirolisi dai rifiuti.
  • Ricerca convenzionata Area Science Park: Ergonomia e Design, per lo studio per l’integrazione di ergonomia e design presso un campione di imprese della Regione Friuli Venezia Giulia. 

  • Ricerca convenzionata con ISS-Istituto Superiore di Sanità (Ministro della Salute) per lo sviluppo di un Sistema per l’integrazione delle cure e dell’assistenza per le persone con malattie croniche (approvato dai comitati CCM – Chronic Care Model).

2013

  • Ricerca convenzionata con ISS-Istituto Superiore di Sanità (Ministro della Salute), per il Progetto “Studio Apache”, ricerca di design finalizzata alla promozione della proprietà d’uso della profilassi antibiotica in chirurgia elettiva pediatrica. Studio e progettazione di adeguati supporti comunicativi in favore del personale sanitario presente in sala operatoria.

2016

  • Ricerca convenzionata con IES S.r.l., E_Novia, Vamp srl, per il progetto “Vamp B_Float” per l’avvio di un progetto di start-up. Il progetto, coperto da brevetto depositato da VAMP, è sottoposto a patto di riservatezza e pertanto non può essere divulgato fino alla messa in produzione del sistema.
references è stato aggiornato il: 26/07/18 da ISIA Roma Design

La scelta del team di ricerca è determinata dal Consiglio Accademico che recepisce le proposte dei docenti titolari del contatto esterno con l’impresa, o con le imprese nel caso di un gruppo consortile in cui ciascun partner è chiamato a svolgere un certo ruolo nella ricerca sulla base delle proprie competenze ed esperienze.

I gruppi di ricerca sono, di norma, composti da un coordinatore, da un project manager e da altri docenti, nel numero massimo di 2 o 3, dai tutor di progettazione, in genere non più di due, e da un certo numero di studenti diplomandi di secondo livello in “Design dei Sistemi”, in numero variabile da 2 a 8 in funzione della durata e complessità della ricerca.

Il coordinatore tiene i contatti con la Committenza, elabora il budget, redige il programma di massima (fasi, durata, risorse), tiene i contatti con la Direzione, il Consiglio Accademico e il Consiglio d’Amministrazione; il project manager mette a punto con i colleghi un programma operativo, determina la metodologia da seguire e i tempi, organizza le mansioni dei tutor.

I tutor sono neodiplomati di secondo livello in “Design dei Sistemi” che hanno il compito di organizzare e seguire l’operatività degli studenti diplomandi. E’ un compito impegnativo ma ampiamente compensato dalle aspettative fornite da una straordinaria occasione per far valere le proprie attitudini alla ricerca e le competenze acquisite nel corso degli studi. Entrare a far parte di un gruppo di ricerca è un obiettivo molto ambito dai neodiplomati. La piena validità di queste considerazioni è riferibile, in misura ampliata, anche agli studenti diplomandi, che assumono precise responsabilità di progetto in una ricerca istituzionale. E’ bene sottolineare che gli studenti percepiscono un compenso in rapporto alla durata dell’impegno e nella misura massima di un rateo annuale di contributo studentesco.

Alla base di tutto, quindi, esiste un forte spirito identitario e la piena responsabilità che tutti gli attori assumono nel lavoro di gruppo per la ricerca, consapevolezza capace di realizzare sinergia e di mettere a frutto un bilancio di missione straordinario e vitale per l’istituzione in termini di ricaduta didattica.

Attualmente l’ISIA di Roma può contare su 102 docenti e 11 tutor tutti professionisti nell’ambito del design o delle professioni.

Organizzazione del team di ricerca è stato aggiornato il: 26/07/18 da ISIA Roma Design

Si sottolinea che l’istituzione non ha in dotazione fondi del Ministero destinati alla ricerca e quindi tale attività verrà sviluppata solo attraverso il felice esito di buona reputazione, di buona qualità e di attendibilità scientifica rappresentata dalla professionalità dimostrata dai docenti e dagli studenti coinvolti.

Il budget per la ricerca è perciò finanziato esclusivamente dall’esterno da parte dell’impresa committente e va a compensare l’impegno dei docenti, dei tutor e degli studenti, nonché le spese generali e di produzione.

Reputazione, qualità e professionalità è stato aggiornato il: 26/07/18 da ISIA Roma Design

Un altro strumento che l’ISIA offre alle aziende è l’Executive PhD/PhD Industriale dove le aziende vengono invitate a facilitare i loro dipendenti nell’intraprendere un programma di Dottorato di ricerca industriale/executive finalizzato ad un’aggiornamento formativo di alta specializzazione.

Le aziende, gli enti pubblici e privati, nazionali ed internazionali possono collaborare con l’ISIA per attivare workshop su tematiche, convenzioni di ricerca per sviluppo di prodotti e sistemi, particolari convenzioni per formazione specializzata e corsi di alta formazione. Per ogni esigenza si possono sviluppare pacchetti e servizi adatti ad ogni singola evenienza forti di un’esperienza metodologica di oltre 45anni nell’ambito del design.

Executive PhD/PhD Industriale è stato aggiornato il: 26/07/18 da ISIA Roma Design