Studiare all’ISIA di Roma vuol dire far parte di un gruppo di studenti motivati e che vogliono creare innovazione. Farne parte chiede determinazione e preparazione ed è necessario sostenere una prova attitudinale

Per maggiori informazioni consultare i bandi di ammissione:

 

  • Per essere ammessi ai Corsi, in quanto a numero programmato, bisogna superare una prova di selezione attitudinale.
  • Per iscriversi al corso triennale di Diploma Accademico di Primo Livello è necessario essere in possesso della maturità quinquennale o titolo equivalente.

AMMESSI AL CORSO TRIENNALE

L’elenco degli Ammessi al Corso triennale sarà affisso all’Albo dell’Istituto e pubblicato sul sito ufficiale www.isiaroma.it.

Qualora il Candidato non fosse intenzionato ad inoltrare la sua domanda d’iscrizione è gentilmente pregato di comunicare, tramite e-mail, la sua rinuncia agli indirizzi [email protected] e [email protected].

Potranno accedere ai Corsi ISIA di Roma di primo livello tutti gli studenti iscritti presso altri Atenei o istituzioni AFAM, purché abbiamo provveduto ad avviare in tempo la pratica di trasferimento (non rinuncia agli studi); gli studenti interessati potranno richiedere convalida degli esami svolti durante l’esperienza formativa di provenienza.

La procedura di convalida degli esami svolti, avviene mediante presentazione del Piano degli studi di provenienza con i programmi didattici di ogni singola disciplina di cui si è sostenuto l’esame.

L’ammissione al Corso è possibile solo dopo aver sostenuto la prova di Ammissione, o per diversa deliberazione del Consiglio Accademico, e comunque in base alla disponibilità dei posti per ciascun anno di studi.

L’Ammissione dei candidati stranieri è disciplinata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Le informazioni sono pubblicate sul sito del MIUR.

http://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/

Candidati comunitari ed extracomunitari regolarmente soggiornanti in Italia. I cittadini: di un Paese dell’Unione Europea, di Norvegia, Islanda, Liechtenstein e della Confederazione Elvetica, della Repubblica di San Marino e della Santa Sede, stranieri già regolarmente residenti in Italia a qualunque titolo (inclusi i rifugiati e i titolari di protezione sussidiaria): sono esclusi dall’obbligo di visto.

I candidati extracomunitari residenti all’estero devono presentare la domanda di preiscrizione presso la Rappresentanza italiana nel Paese di provenienza, entro i termini e secondo le modalità stabiliti dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca.