Cristina Chiappini

Cristina Chiappini è una graphic e media designer che vive tra Roma e Addis Abeba.
Il suo studio lavora nel campo della comunicazione visiva dal 1989, in particolare cura progetti di brand identity, environmental graphics, comunicazione per mostre ed eventi scientifici, food packaging design, progetti editoriali, campagne di comunicazione sociale, comunicazione “non convenzionale”, web-design, app device, interaction design, TV channel identity e motion graphic.

Dal 2018 è consulente per l’ICE Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane.

Tra alcuni dei suoi clienti: Triennale Design Museum, La Triennale di Milano, Fondation Cartier pour l’art contemporain Paris, MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo, Studio Museo Achille Castiglioni, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Ministero degli Affari Esteri Italiano, Banca d’Italia, INFN Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, INA Assitalia, Assicurazioni Generali, Roma Servizi per la Mobilità, Atac, MN Metropolitana di Napoli, Rai International, Codice Edizioni, Treccani, Marithé + François Girbaud, UNFPA United Nations Population Fund.È stata creative director (2007 – 2013) del portale Triennale Design Museum della Fondazione Museo del Design (Milano).

Nel 2014 è stata chiamata da Icograda (The International Council of Graphic Design Associations) attuale ico-D (International Council of Design), per il progetto “Icograda DDP Poster Design”, per promuovere il DDP Dongdaemun Design Plaza and Park di Seoul, il più grande centro di Design del mondo progettato da Zaha Hadid aperto nel 2014, per cui ha creato un app per generare poster.
Nel 2013 è stata chiamata da Icograda a dare il suo contributo con un progetto per i 50 anni di Icograda durante l’Assemblea Generale a Montreal in Canada.

I suoi progetti sono stati esposti in musei, gallerie e spazi espositivi internazionali dedicati al design: “Vitra Design Museum” Weil am Rhein, Brooklyn Museum di New York City; e nelle città di: San Francisco, Boston, Bilbao, Beijing, Seoul, Taiwan, Melbourne, Mosca, Vienna, Zagabria, Torun, Istanbul, Madrid, Thessaloniki, Ljubljana, Belgrado, Roma, Venezia, Milano, Cape Town, Pretoria, Johannesburg, Curitiba, Salvador Bahia, Santiago del Cile.

È stata chiamata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali a far parte del primo Consiglio Italiano del Design (2007).
È socia AIAP dal 1989, Associazione Italiana Design della Comunicazione Visiva.

È stata Vicepresidente AIAP nazionale (2006 – 2009).
È stata membro del consiglio di AIAP Lazio (2010-2015).
È membro BEDA reg. The Bureau of European Designer’s Associations.

È professore a contratto nei seguenti corsi:

– UNIRSM Università della Repubblica di San Marino, Corso triennale in Disegno Industriale, Laboratorio di design della comunicazione 1.

– Sapienza Università di Roma, Corso di studio Magistrale in Design, Comunicazione Visiva e Multimediale, Laboratorio Visual e Graphic Design II

– ISIA Roma, Corso di studio Magistrale in Design dei sistemi, Laboratorio di Digital Design II

 

Autrice delle pubblicazioni

Cristina Chiappini e Paolo Rigamonti, saggio: Interaction Design, Volume: Gli spazi e le arti, Treccani, Roma, Enciclopedia del XXI Secolo, 2010, pp. 463-472 [saggio in volume Enciclopedia]

Cristina Chiappini e Silvia Sfligiotti, Open Projects. Des identités non standard, Parigi, Pyramyd Editions, 2010 [versione francese cartacea]

Cristina Chiappini e Silvia Sfligiotti, Open Projects. Non standard identies, Parigi, Pyramyd Editions, 2011 [versione inglese sviluppata e ampliata nei contenuti per iPad]