Premi all’ADI Design Index 2018

Premi , Istituzione

Due premi all’ADI Design Index 2018 per l’ISIA di Roma.

L’edizione di ADI Design Index 2018 è stata presentata con una mostra di prodotti selezionati, a Milano – al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci – il 15 ottobre e a Roma, all’Acquario Romano – Casa dell’Architettura sarà presentata il 20 novembre 2018.

L’ADI Design Index è la selezione annuale di ADI Associazione per il Disegno Industriale che raccoglie il miglior design italiano selezionato dall’Osservatorio permanente del Design ADI. Ogni anno infatti i progetti che si sono particolarmente distinti per l’innovazione nei materiali, nei processi, nelle tecnologie, ma anche nei cambiamenti apportati ai comportamenti individuali, sociali, nella critica o nella ricerca.

L’ISIA di Roma ha ricevuto due selezioni nell’ADI Design Index, la prima è stata consegnata alle studentesse Naomi Criscuolo e Jessica Dall’Armi del Corso di Pordenone per il progetto di Tesi “Mani in pasta” Relatore prof. Massimo Ciafrei e Correlatore prof.ssa Claudia Iannilli mentre la seconda alla studentessa Ilaria Longo del Corso biennale di Roma per il progetto di Tesi “Verve” Relatore prof. Alessandro Spalletta.

“Mani in Pasta”, raccontano le studentesse della sede pordenonese, “è una ricerca nata da una personale curiosità nell’ambito del food design. Ci ha portato a rivisitare, attraverso uno studio di superfici, i formati di pasta alimentare esistenti, al fine di realizzarne di nuovi da mangiare con le mani”.

“Verve”, viene descritto dalla studentessa di Design dei Sistemi, come “uno smart dress fornito di wearable technology che permette di compiere una moderata “ginnastica invisibile” nello svolgimento delle normali azioni quotidiane, attraverso l’uso di pesetti ed elastici che affaticano i movimenti -in modo contenuto e in misura controllata dall’utente- tonificando i muscoli. L’indumento Verve si rivolge a ogni fascia d’età al fine di prevenire la sedentarietà e le malattie degenerative in terza età quali aterosclerosi e ipertensione, che ogni anno determinano un numero sempre più alto di vittime per infarto e ictus”.

Questi due premi seguono una serie di Selezioni all’ADI Design Index, Menzioni Speciali, Targhe Giovani e Compassi d’Oro ADI di cui l’Istituto romano si può fregiare nei suoi 45 anni di vita.