I Premiati della X edizione

 

Vincitore PNA 2013 e Premio Fondazione Caffè-d’Ascanio

Progetto: INCLINE

Studente: Anna Scagnellato

Docente: Roberto Pieracini

Istituzione: ISIA Urbino

 

Motivazione della Giuria:

Un progetto replicabile in tutti i territori, in tutte le culture, in tutti i mondi. Semplice e industrializzabile. Un progetto che risolvendo un piccolo disagio quotidiano aiuta a migliorare la qualità della vita. Replicabile anche in contesti differenti da quelli legati al tempo libero e all’intrattenimento divenendo sistema utilizzabile anche in contesti non cittadini ma domestici.

 

Menzione e  Premio Fondazione Caffè-d’Ascanio

Progetto: REUSH RACE-SUPERTEC

Studente: Antonio Corapi

Docente:  Mauro Mami

Istituzione: ISIA Faenza

 

Motivazione della Giuria:

Per le soluzioni tecnologiche e la ricerca nei materiali usati. Il progetto copre un aspetto debole e ancora insoluto nel sistema sportivo del panorama delle protezioni e abbigliamento per lo sport.

 

Menzione

Progetto: LE PROTESI MODULARI PER ADOLESCENTI

Studente: Paolina Bokova

Docente: Daniela Bresciani

Istituzione: LABA Brescia

 

Motivazione della Giuria:

Per aver avuto la capacità. utilizzando elementi esistenti di apportare innovazione nei diversi compiti motori e nella percezione della protesi stessa che diventa oggetto da esporre e non da camuffare.

 

Menzione

Progetto: SQUEEZY FOOD

Studente: Francesca Collalti

Docenti: Carlo Di Pascasio, Mario Rullo

Istituzione: ISIA Roma DESIGN

 

Motivazione della Giuria:

Per aver toccato un aspetto intangibile delicato, quello della alimentazione infantile, nel duplice aspetto pedagogico e nutrizionale. Il primo legato alla divulgazione di sane abitudini alimentari, il secondo per consentire una variabilità nell’alimentazione nell’età della crescita.

 

Menzione

Progetto: ET-ECOTRANSFORMER

Studenti: Andrea Avellino, Sara Bianchetti, Alessandra Ciancio, Eleonora Marchetti

Docenti: Roberto Guidotti, Alessandro Spalletta, Marco Pallottino

Istituzione: ISIA Roma DESIGN

 

Motivazione della Giuria:

Per aver immaginato uno scenario urbano sostenibile rendendo la riciclabilità elemento domestico e quotidiano nella gestione delle risorse.

 

La Giuria

Mauro Tedeschini, Presidente di Giuria

Piero Castiglioni

Daniela Piscitelli

Sebastiano Bagnara

Italo Lupo