Mostra

Di progetto in progetto

40 anni di design all’’ISIA di Roma

La mostra per i 40 Anni dell’ISIA di Roma aprirà i battenti il prossimo 22 maggio presso la sede di Piazza della Maddalena 53.

L’intento è di celebrare l’anniversario dalla fondazione dello storico istituto di design, proponendo la selezione e l’esposizione di testi scientifici, foto, progetti e premi che ne hanno caratterizzato e ne caratterizzano l’attività didattica e di ricerca. La mostra sarà articolata in modo da ripercorrerne l’iter, sin dalla prima istituzione nel periodo 1965-1972 del Corso Superiore di Disegno Industriale e Comunicazione Visiva, di durata triennale, che vide come fondatori  Giulio Carlo Argan, storico dell’arte e docente universitario, e lo scultore Aldo Calò, già Direttore dell’Istituto d’Arte di via Silvio D’Amico.

Testi e immagini evocheranno però anche i prodromi dell’istituto nella scuola di Monza (1922), nella Biennale di Monza (1923-27), poi Triennale dal 1930.

Fatti e date rappresentativi dei momenti evolutivi del concetto di design e delle nuove logiche educative e produttive legate alla progettazione per l’arredo e per gli oggetti.

Altri passaggi storici importanti nell’essere ricordati sono i fenomeni culturali che hanno influenzato l’avvento dell’ISIA come il Bauhaus e la Hochschule für Gestaltung di Ulm o come, sempre a titolo d’esempio, il Congresso ICSD che, tenutosi nel 1961 a Venezia, segnerà un’importante riflessione sul concetto dell’industrial designer, figura indispensabile per la nascente produzione industriale seriale del primo dopoguerra.

Ultima tappa è l’ISIA di oggi, partendo dalle figure più rappresentative e dalla trasformazione dei corsi avvenuta nel 1973/74. In quell’anno accademico l’ISIA di Roma diventa infatti il primo istituto pubblico di design ad opera del Ministero della Pubblica Istruzione.

Dopo la riforma del 1999 riguardante gli studi superiori artistici l’ISIA di Roma fa parte dell’AFAM-MIUR e i suoi corsi di primo e secondo livello sono del tutto equiparati a quelli universitari.  La volontà di esprimere una cultura che sappia attingere dalle scienze della complessità linfa per lo sviluppo e l’allargamento del campo di azione del design, si attua nell’istituzione di un  corso di secondo livello in Design dei sistemi e di un corso di dottorato in Interaction design, che rappresentano la vocazione dell’Istituto all’innovazione nella ricerca e nella didattica.

L’ingresso alla mostra è gratuito, la mostra è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00, fino al 30 luglio.