Cos’è l’ISIA

L’ISIA – Istituto Superiore per le Industrie Artistiche – di Roma è un Istituto pubblico del MIUR (Ministero Istruzione, Università e Ricerca), attualmente inserito nel Comparto AFAM (Alta Formazione Artistica e Musicale) unitamente ad Accademie e Conservatori (Legge n. 508/1999).
L’Istituto è stato fondato nel 1973 dal Prof. Giulio Carlo Argan (storico e critico dell’arte, docente universitario e Sindaco di Roma) e dallo scultore Aldo Calò (già Direttore dell’Istituto d’Arte di via Silvio D’Amico).
In quell’anno iniziarono i corsi quadriennali in Disegno industriale.
Per accedere all’Istituto occorre essere in possesso di un diploma di maturità quinquennale (o titolo equipollente) e, per l’ammissione, superare una prova di selezione attitudinale.
Attualmente, per ciascun anno accademico, vengono ammessi solo 30 nuovi Studenti.
I moduli da compilare per la domanda di ammissione si ritirano presso la Segreteria didattica,  oppure è possibile scaricarli dall’apposita sezione del sito.
Salvo diversa deliberazione, i Candidati compilano un questionario contenente quesiti di cultura generale con particolare attenzione alla cultura del progetto.
Il successivo colloquio tende a valutare un quadro attitudinale del Candidato, partendo dall’approfondimento del questionario.
Al termine del percorso di studi (3+2) si conseguono titoli accademici rispettivamente di primo livello triennale (in Disegno Industriale) e di secondo livello specialistico (in Design dei Sistemi), equipollenti alle lauree rilasciate dalle università (Classe LM12 Design, come da ultima conferma all’art. 103  della Legge di Stabilità 2013).
Le attività didattiche si svolgono dal lunedì al venerdì, con orario 9-18 e con frequenza obbligatoria minima.
Il rapporto tra Docenti (circa 40) e Studenti (30 per anno di corso) è ottimale, e consente una notevole preparazione nel campo del design, dalla teoria alle lezioni frontali, all’uso dei Laboratori (Modellistica, Immagine e Informatica), alla partecipazione alle attività di ricerca finanziate da privati (Centro di ricerca interno “ISIDE”), alla partecipazione al Programma “Erasmus+”, ai tirocinii formativi, ai contratti diretti con le principali Aziende del settore, ecc.
Da alcuni anni (e grazie al contributo di Enti quali la Fondazione “Pescarabruzzo” e il Consorzio Universitario di Pordenone) risultano attivi anche Corsi decentrati a Pescara e Pordenone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.